🍇SPEDIZIONE GRATIS E 20 % DI SCONTO IN CASSA CON L’ACQUISTO DI 6 PRODOTTI CON CODICE SCONTO "TOPWINE"🚚🍷 Offerta in scadenza alla mezzanotte‼️

CLAUDIO CIPRESSI, DALLA RISCOPERTA DELLA TINTILIA AD OGGI

Claudio Cipressi inizia la sua attività nei primi anni 90, quando in seguito al suggerimento dell’agronomo Michele Tanno, si mise alla ricerca della TINTILIA, unico vitigno interamente autoctono che all’epoca era quasi scomparso del tutto. Per molti anni Claudio dotato di grande forza di volontà, fa selezione in vigna e micro vinificazione sulle viti che reputa più interessanti, fino ad arrivare nel 96 quando inizia la propagazione.
Nel 98 impianta i primi cinque ettari di vigneto con queste viti da lui stesso selezionate.
Nei primi anni, la scelta di Claudio viene giudicata folle, visto l’investimento su un prodotto dalle basse rese .
Claudio nel 2003 inizia la costruzione di una cantina di trasformazione e nel 2005 avvengono i primi imbottigliamenti.
A quasi 30 anni di distanza dall’inizio della sua attività, possiamo dire con certezza che la scelta di Claudio Cipressi di riscoprire la Tintilia, è stata una delle scelte più importanti del panorama vinicolo Italiano ed Europeo.
Grazie alla sua caparbietà e alla sua consapevolezza nei propri mezzi, abbiamo la possibilità ancora oggi di avere nei nostri calici un vino pronto a deliziarci il palato e l’olfatto con i suoi profumi inebrianti ed eleganti, dal colore rosso con note tendenti al granato.
Un prodotto di altissima qualità che rischiava di scomparire per sempre dal panorama vinicolo mondiale.
Ad oggi Claudio possiede 12 ettari di Tintilia DOC di cui tutti provenienti dai campi madre attivi fino al 2006. Inoltre la sua produzione è estesa anche ad altri vitigni come il Montepulciano, Falanghina e Trebbiano, ed è una delle realtà vinicole più importanti d’Italia.

-------------------------

ENGLISH VERSION

CLAUDIO CIPRESSI: FROM THE REDISCOVERY OF TINTILIA TO THE PRESENT DAY.

Claudio Cipressi begins his activity in the early 90's. Following the recommendation of the agronomist Michele Tanno, he starts looking for Tintilia: the only native grape variety that was almost completely disappeared at that time. Claudio, with great determination for many years, makes selection in the vineyard and micro winemaking on the vines he considers most interesting, up to 1996 when he starts the propagation. In 1998 he plants the first five hectares of vineyards with the vines he selected himself. At the beginning, Claudio's decision was considered insane, due to the investment in a low-yield product. In 2003 Claudio starts working on the construction of a processing cellar and in 2005 the first bottling takes place. Almost 30 years after the birth of his business, we can surely state that Claudio Cipressi's desire to rediscover Tintilia was one of the most important choices on the Italian and European wine scene. His obstinacy and self-confidence, still allow us today to enjoy an excellent wine able to delight our palate and nose with its captivating aromas in red colour with garnet edges.A very high-quality product that risked disappearing from the world wine scene forever. Today Claudio owns 12 hectares of Tintilia DOC, all of which come from the main fields active until 2006. Its production is also extended to other vine varieties including Montepulciano, Falanghina and Trebbiano and is one of the most important wineries in Italy.